Première Vision 2015: tendenze tessuti per l’A/I 16-17

Dopo il Gater Expo e Milano Unica, arriva anche Première Vision a darci ulteriori informazioni per quanto riguarda le tendenze per i tessuti per l’Autunno-Inverno 16-17.
Si sa che le fiere promettono. in genere,  sempre grandi novità ed eccoci qui a raccontarvi cosa si è notato particolarmente durante il salone parigino.

“L’autunno inverno 16-17 dà voce alle forze creative. Trasmette un concetto estetico mentalmente forte e porta diverse culture e generi a confronto.”

 

Il grande concetto che viene riassunto in questa frase si applica a tutti gli ambiti legati a quanto visto a Première Vision: i colori giocano tra tonalità calde e fredde, la frivolezza è riconciliata con l’austerità e la femminilità è bilanciata spesso e volentieri da aspetti maschili.

Tre grandi pannelli e altrettanti tavoli sono stati occupati dai protagonisti di Première Vision di quest’anno: la ciniglia ed il velluto.
La prima è spesso accoppiata a vari materiali quali il neoprene sottile, jersey e felpa a rendere il connubio particolarmente versatile.
Il secondo, che sia a costa o liscio di vari pesi, alle volte è presentato con stampe imprimé, quindi tono su tono perché cambia solo la luce per effetto dello schiacciamento del pelo.

Come già raccontato a Milano Unica , sono sempre più evidenti gli accostamenti di materiali serici, un po’ lucidi, con elementi lanieri, opachi, soffici.
Un pannello alleanze tecniche era dedicato – appunto – all’abbinamento fra i tessuti tecnici e quelli lanieri.
Gli stessi freschi di lana, pettinati classici per eccellenza, sono accoppiati al nylon o spalmati trasparenti per dargli una mano più fresca e moderna.
Oltre che garzate le superfici delle lane, dei pannetti e delle flanelle, sono altrimenti martellate conferendo alle superfici un aspetto ondulato indipendentemente dalle grammature.

Gli stessi tessuti tecnici sono addolciti e resi più  femminili accoppiandoli, oltre che al velluto, anche al jersey di lana punzonata (unita alla retina tecnica) oppure la rete tecnica più sportiva con ricamo di fiori a punto croce, lo scuba viene ricamato con motivi floreali dall’effetto intagliato oppure unito al jersey di lurex.

Parlando di lurex,  possiamo evidenziare una sua grande presenza in tantissimi materiali, sempre in modo molto discreto, mai oro o argento, in tono blu su blu o blu su nero, argento sul bianco, rame sul cashà, solo per dare un tocco di femminilità e di luce.

Le superfici sono mosse , ondulate e tridimensionali questo spesso grazie a degli aspetti goffrati di diversa evidenza.

Abbiamo osservato tanto jersey interlock, sia lucido che opaco, così come è forte la presenza della pelliccia che essa sia a pelo lungo o corto.

I materiali peso pantalone seguono lo stesso andamento di altri tessuti: cotoni con trattamenti smerigliati che donano una mano morbida e soffice e si contrappongono a finissaggi più sportivi con spalmature e/o gommature.

Per quanto riguarda il mondo degli jacquard, possiamo rivelarvi che che i motivi distintivi  sono nuovamente rubati dal guardaroba maschile: spina e check in particolare.
I tessuti jacquard utilizzati per i pantaloni sono tono su tono uppure coloratissimi, per quelli con aspetti tipo duchesse.
Moltissimi i tessuti a navetta impreziositi dall’inserimento, in trama o in ordito, di filati di pelliccia che fuoriesce in modo apparentemente casuale dal tessuto stesso.

Le tendenze per l’Autunno/Inverno 16-17 non sono finite qui, Fashion For Breakfast vi terrà aggiornatissimi.

[huge_it_gallery id=”16″]

Crea la tua linea di moda!

Siamo la prima trend library tutta italiana che ti offre una panoramica dettagliata delle prossime tendenze fashion.
Iscriviti ora