Recap SFILATE SS16: le tendenze emerse

Il mese della moda appena concluso ha messo sicuramente frenesia in qualsiasi azienda e ufficio che si occupano di questo ambito, compreso Fashion For Breakfast.
Rianalizzando le sfilate vi proponiamo un riassunto generale delle tendenze emerse dalle sfilate Primavera – Estate 2016. Il lavoro di analisi effettuato per New York, Londra, Milano e Parigi si organizzava in termini di colori, capi chiave e migliori stilisti, secondo un criterio soggettivo, mentre questo recap scinde da tutto ciò per darvi più informazioni riguardo alle tendenze portate dalle passerelle.

    • Ruffles: le rouches sono una dettaglio molto presente e che nessun designer si è fatto mancare nella propria collezione. Quelle di chiffon su un vestito fluido che sfiora il pavimento sono le più diffuse e sono in linea con uno dei mood principali della stagione: quello di un Romanticismo morbido e femminile.  Ciò che è più evidente è che la tendenza viene declinata diversamente da stilista a stilista. Le rouches, infatti,  decorano spesso top che lasciano le spalle nude o diventano persino asimmetriche nelle collezioni più particolari;

 

    • Bare shoulders: la camicia oppure l’abito per la Primavera-Estate 16 vogliono le spalle scoperte. Anche i maglioni tendono ad avere scolli profondi che permettono di essere portati con una o entrambe le spalle esposte;

 

    • Sheerness: per continuare con le tendenze che esaltano la femminilità, non possiamo farci mancare la trasparenza. Questa è data principalmente dai materiali leggerissimi utilizzati quali la seta, lo chiffon, la georgette, il tessuto crêpe o l’organza. Spesso sono gli abiti che hanno questo effetto di trasparenza ma anche maglioni e camicie diventano leggerissimi;

 

    • Lace: il pizzo è certamente uno dei tessuti più diffusi e rientra senza alcun dubbio a rafforzare quel romanticismo velato di cui prima abbiamo parlato e che si coglie a colpo d’occhio dalle passerelle di tutte le città;

 

    • Leather: la pelle è equamente diffusa per la prossima stagione primaverile. Le sfilate hanno proposto colori per la pelle davvero insoliti: dai toni salmone di Fendi a quelli più scuri di Barbara Bui, per non citare quelli ora accesi ora spenti di Versace a creare un meraviglioso patch. Non solo i colori sono inaspettati, anche i capi fatti di pelle sono piuttosto particolari: tute, ponchos, camicie oppure abiti fino alle caviglie. Davvero un utilizzo innovativo per questo materiale ed a noi piace moltissimo. Tra le novità comunque è stato dato anche spazio all’outerwear e qui regna sovrano il classico chiodo nero;

 

    • Fringes: la cavalcata della frange sembra non arrestarsi. Ma per la prossima Primavera-Estate 16 si sono un pochino ridimensionate. Infatti si parla di frange sopratutto in capi che vogliono esprimere un concetto di ‘non finito‘, di artigianalità, con bordi e finiture sfrangiati. Quelle di alcantara e di pelle arricchiscono comunque alcuni capi;

 

    • Metallics: i capi metallizzati sono davvero una costante in tutte le città. E si parla non solo di giacche ma di qualsiasi capo d’abbigliamento, per dare un tocco di aggressività al proprio look. Il colore più diffuso è certamente l’argento ma si fanno spazio anche tonalità come il blu ed il rosa. Degna veramente di nota la gonna di Iris Van Herpen realizzata con una rete che crea effetti ottici strabilianti;

 

    • Paillettes: anche le paillettes contribuiscono a dare brio ad un capo. E ci sbagliamo a pensare che siano adatte solo alla sera in quanto si sono viste sfilare persino tute ricoperte completamente di paillettes. Che siano lucide, opache, colorate o di una sola tonalità poco importa, fondamentale è che ci siano!

 

Qui sotto alcuni esempi delle tendenze che vi abbiamo appena raccontato.

 

[huge_it_gallery id=”23″]

 

Crea la tua linea di moda!

Siamo la prima trend library tutta italiana che ti offre una panoramica dettagliata delle prossime tendenze fashion.
Se ti iscrivi subito, potrai usufruire di una prova gratuita di 24 ore.
Inizia la prova gratuita