Anversa is the new black: in cerca di tendenze

Anversa is the new black.
Frase ormai comune per sottolineare un concetto fondamentale che non dovrebbe mai sfuggire ai professionisti della moda: le tendenze saltano fuori dove meno te le aspetti. Così come le ispirazioni per nuove collezioni o mood da svilippare.
Anversa
è una città abbastanza piccola che però offre, grazie ai suoi meravigliosi negozi, una selezione a livello di stile davvero particolare.
Ogni negozio propone qualcosa di nuovo e ricercato, una boccata d’aria fresca rispetto ad altre piazze europee più battute a livello di ricerca.

Oggi vogliamo raccontarvi  quelle che sono le tendenze viste ad Anversa cominciando, come di consueto, dai colori.
La tonalità più diffusa è senza dubbio quella del verde, spesso declinato in due nuance: quella del verde bosco e quella militare.
In entrambi i casi questi colori sono accompagnati a volte da nero, grigio, bianco o cammello, altre volte da colori accesi e forti come il cedro o il salvia. Diffusissima anche la gamma dei rossi, che per le diversità fra una tonalità e l’altra rende possibile un fantastico look total red. Il mosto, come già sappiamo, è sovrano ma viene sempre affiancato a colori comunque scuri, come appunto il verde bosco o il navy, che nell’insieme creano una profondità ed intensità di colore davvero interessante.
Il rosso forte accende le collezioni che hanno molti capi neri e blu, anche elettrico, così come quel tono di rosso papavero che sfiora il fluo che cattura davvero l’attenzione.
Il Black & White, presente in moderazione, è spesso attenuato da varie tonalità di grigio.
neutri, come l’ecrù, il rosa pallido, il bianco e il grigio perla senza essere tagliati con più scuri rendeno l’impatto davvero piacevole alla vista.
Ciò che rende ancora più apprezzabile queste gamme chiare è la presenza di molta maglieria. A questo proposito infatti abbiamo visto moltissimo mohair, utilizzato sia per costruire un capo intero sia per definire i dettagli.
Sulla stessa scia si evidenzia la presenza di molti filati soffici e leggeri come l’alpaca e la lana merinos.
Per quanto riguarda i tessuti la ciniglia ed il velluto liscio impreziosiscono molti capi quali pantaloni ampi, cardigan e giacche.
E’ massiccia la presenza di tessuti dalle microfantasie geometriche maschili tradotte soprattutto da colori caldi come caffè-latte, beige e marrone.
Maglioni bottonati e tessuti sale e pepe rafforzano questo mood maschile che sembra essere il più diffuso.
Infine, non possiamo non menzionale la pelliccia patchwork che, come capospalla, non può mancare… così come l’uso della pelle (eco e non).

La capacità di leggere le tendenze – o meglio di anticiparle – è un’arte che si affina col tempo e con l’esperienza.
In ugual modo, si impara ad andare oltre le città tipiche del fashion system (che restano comunque un caposaldo) e a spalancare gli occhi sul nuovo che avanza e che conquista.
Ecco perché ci rechiamo spesso ad Anversa.

[huge_it_gallery id=”26″]

Crea la tua linea di moda!

Siamo la prima trend library tutta italiana che ti offre una panoramica dettagliata delle prossime tendenze fashion.
Iscriviti ora