Cosa aspettarsi da Pitti Filati 2019?

pitti filati - Cosa aspettarsi da Pitti Filati 2019?
(Photo: Pitti Immagine Filati)

Gennaio è ormai riconosciuto come il mese fiorentino della moda.
Pitti Immagine riempie gli spazi della centralissima Fortezza da Basso di appassionati, professionisti, giovani designer in cerca delle nuove tendenze fashion.

L’evento che chiude la grande rassegna di Pitti Immagine è Pitti Filati, che dal 23 al 25 gennaio si pone nel panorama mondiale come un vero e proprio punto di riferimento per il settore della maglieria. È qui che si predispongono ambienti di ricerca e di osservazione delle nuove tendenze e vengono presentati le anteprime internazionali delle collezioni P/E 2020 di filati per maglieria.

Al centro dell’evento ci sono infatti le eccellenze della filatura su scala mondiale, che richiamano a Pitti Filati buyer provenienti da ogni parte del mondo, insieme ai designer dei brand più importanti in cerca di spunti creativi.

Ma non si tratta di un evento orientato unicamente al business. Anche l’intrattenimento è un aspetto fondamentale della rassegna, che offre spazi adatti a tutti i tipi di utenza: dal professionista del fashion al visitatore curioso.

pitti filati 2 - Cosa aspettarsi da Pitti Filati 2019?
(Photo: Pitti Immagine)

Scopriamo insieme i settori che costituiranno l’edizione 2019 di Pitti Filati.

Fashion At Work (@Padiglione Centrale, lower floor)
Si tratta del punto di riferimento per quanto riguarda gli aspetti tecnici della filiera tessile. In questa sezione gli espositori offriranno consulenze stilistiche o di progettazione, ma si potrà anche osservare da vicino i procedimenti della stampa su maglia, scoprire i più innovativi software per il disegno e tastare con mano passamanerie, accessori, tecniche tintorie, ricami e quaderni di tendenze.

Vintage Selection (@Padiglione Cavaniglia)
Il salone di riferimento per gli appassionati di abbigliamento, design e accessori vintage fa per la prima volta la sua comparsa nello scenografico Padiglione Cavaniglia, durante l’evento di Pitti Filati. Il concept lab (visitabile fino al 27 gennaio) guarda ai trend del passato, trasformandosi in un archivio di preziosissimi spunti creativi per i nuovi designer.
Il focus della Vintage Selection di quest’anno? Lo sportswear del gusto vintage. Lo stile sportivo pieno di carattere tipico degli anni ’70-’80-’90 sarà non solo il protagonista di una mostra dedicata, ma si declinerà inoltre nelle scelte grafiche ed espositive del salone e dello Spazio Ricerca.

vintage - Cosa aspettarsi da Pitti Filati 2019?
(Photo: Vintage Selection)

Feel the Yarn (@Padiglione Centrale, ground floor)
Al piano terra del Padiglione Centrale saranno presenti il Consorzio Promozione Filati ed Elementi Moda, con l’intento di promuovere le 25 aziende del Consorzio in vista della prossima edizione di Feel The Yarn. Il concorso, dedicato agli aspiranti stilisti selezionati tra le migliori scuole di moda internazionali, premierà gli studenti che più di tutti sapranno usare ed esaltare i filati d’eccellenza delle più qualificate filature italiane.

Knit Club (@Padiglione Centrale, lower floor)
I veri protagonisti di questo spazio sono i maglifici di qualità: aziende con la consolidata capacità di far combaciare le aspettative creative e tecniche dei visitatori. Questa sezione rappresenta una zona di confronto riservata al rapporto tra buyer e maglifici, volta inoltre ad accorciare le distanze tra i designer e gli uffici stile dei migliori brand del mondo.

knit - Cosa aspettarsi da Pitti Filati 2019?
(Photo: Pitti Filati 84)

Spazio Ricerca (@Salone M – Padiglione Centrale, lower floor)
Lo Spazio Ricerca incarna il cuore creativo del salone, rappresentando sia un laboratorio stilistico, sia un osservatorio dei trend futuri.
Guardando in avanti, l’estate 2020 ci parla di sport, di Estremo Oriente e sottoculture. I giochi olimpici estivi che si terranno in Giappone nel 2020 infatti stanno già dando un forte impulso alle tendenze del momento, come anche alla cultura visiva in senso più generale. Il Giappone e la sua cultura millenaria, in bilico tra tradizione rigorosa e innovazione tecnologica, faranno da sfondo a Olimpiadi innovative, dove agli sport nazionali più classici e seguiti si uniranno per la prima volta discipline nuove provenienti dalla strada o dalle sottoculture -come per esempio il surf e lo skate.
Le commistioni culturali che ne derivano, insieme a codici stilistici inediti, spostano il focus di questa edizione dello Spazio Ricerca  sull’inclusione, il mondo dei giovani e una nuova sensibilità verso il mondo che ci circonda.

Lo Spazio Ricerca si articola in due diversi settori, dedicati ad altrettanti progetti sviluppati specificatamente per Pitti Filati: si tratta di Techno-Luxury e CustomEASY.

Techno Luxury (@Padiglione Centrale, lower floor)
Se l’accostamento tra tecno-materiali e lane pregiate è ormai storia passata, ora si guarda verso altre sperimentazioni: unire nello stesso capo fibre nobili e poliammide. Questo trend del settore viene apertamente espresso nell’installazione-evento ideata da Angelo Figus, che eleva il gruppo Carvico e Jersey Lomellina a protagonista del tessuto indemagliabile elasticizzato a maglia circolare.

CustomEASY (@Padiglione Centrale, lower floor)
Questo spazio ci parla di customizzazione, ormai diventato un trend affermato nel mondo della moda luxury. I filati di punta degli espositori verranno trasformati in maglie dai maglifici di Knitclub e trattati dalla celebre INTEX, leader nel settore trattamenti e tinture.
Lo scopo? Una speciale collezione di maglie uniche, che aprono la possibilità a infinite interpretazioni dello stesso filo.

 

 

Crea la tua linea di moda!

Siamo la prima trend library tutta italiana che ti offre una panoramica dettagliata delle prossime tendenze fashion.
Se ti iscrivi subito, potrai usufruire di una prova gratuita di 24 ore.
Inizia la prova gratuita