Palazzo Pitti e i social media: una coppia vincente

moda social - Palazzo Pitti e i social media: una coppia vincente

In questi giorni a Palazzo Pitti c’è la crème de la crème della moda maschile: si possono individuare personaggi famosi come Patrick Dempsey e Bobo Vieri, o parlare con talentuosi designer a caccia di idee e spunti per le nuove collezioni.
La moda maschile a Palazzo Pitti è un appuntamento imperdibile per gli operatori di settore, gli influencer e i fashion addicted.

Ogni evento viene raccontato dalle telecamere televisive, dalle radio e dai giornalisti che corrono a destra e a sinistra a caccia di scoop. Palazzo Pitti e la moda maschile hanno catalizzato l’attenzione dei social media, che oggi più che mai stanno giocando un ruolo fondamentale.

pitti box - Palazzo Pitti e i social media: una coppia vincente
(Photo: Francesco Guazzelli)

In questa occasione ci teniamo allora a darvi qualche dato utile in merito alla visibilità che un evento di moda come questo ha ottenuto grazie ai new media. La ricerca è stata sviluppata da una società di monitoraggio web, chiamata Launchmetrics.

Ecco i dati:

1. Iniziamo con gli influencer, quei personaggi che ormai riempiono i social con scatti ammiccanti, tag ironici e video sensazionalistici. Questi potenziali brand ambassador hanno creato un passaparola potentissimo in rete (precisamente il 48,6%).

2. Tra gli influencer più chiacchierati e popolari segnaliamo Xenia Tchoumitcheva (modella e attrice russa) che con 753 mila euro in media impact value* supera le colleghe sparse nel mondo, Kris Jenner (mamma della nota Kim Kardashian e personaggio tv) ha totalizzato 544 mila euro in MIV e infine la nostra italianissima Chiara Biasi si classifica terza, generando un MIV di 463 mila euro,

Mica male no?

3. Tra i brand più forti sui social media in questo momento troviamo quelli francesi, come Louis Vuitton (18,2 milioni di euro) e Dior (9,7 milioni). Si classificano al terzo e quarto posto i marchi italiani Versace (5 milioni) e Prada (3,2 milioni).

social moda - Palazzo Pitti e i social media: una coppia vincente
(Photo: Enrico Labriola)

La moda di oggi ha uno strumento in più per farsi conoscere e conquistare potenziali clienti: i nuovi media. I numeri totalizzati da Instagram, le relazioni che nascono su Facebook, le news che vengono commentate su Twitter e infine i trend che prendono il via su Pinterest. Siamo solo all’inizio di una rivoluzione destinata a dare ancor più forza alla moda made in Italy.

 

*Il Media Impact Value (MIV) è l’impatto suisocial media, come mezzo di comunicazione, di un determinato prodotto o servizio (in questo caso  il MIV è correlato ad un evento).

Crea la tua linea di moda!

Siamo la prima trend library tutta italiana che ti offre una panoramica dettagliata delle prossime tendenze fashion.
Se ti iscrivi subito, potrai usufruire di una prova gratuita di 24 ore.
Inizia la prova gratuita