Gucci Cruise 2020

Dal reale al virtuale: la moda è social

a16477e8 6448 4a7a 95c8 f385486a1fc1 - Gucci Cruise 2020
(Photo: Gucci)

Martedì i musei Capitolini di Roma, che raccontano duemila anni di storia, sono stati la cornice della sfilata Cruise 2020 di Gucci. Ma non solo.

Lo show ha segnato definitivamente la nuova visione del sistema moda come un settore accessibile a tutti, da qualunque parte del mondo, anche dal proprio salotto.

Dall’inizio alla fine la sfilata è stata trasmessa in diretta sul profilo Instagram del brand, con close-up sulle particolarità stilistiche di ogni abito, sulle acconciature delle modelle e sugli accessori da favola: è stata creata una vera e propria esperienza firmata Gucci per tutti gli appassionati e per i followers del marchio.

Abbiamo partecipato tutti e a tutto, dalla preparazione della sfilata fino all’aftershow con Harry Styles e Stevie Nicks; chiunque abbia seguito l’account si è sentito, almeno per una sera, immerso nel mondo della moda.

627d7a8b c2ca 4f31 b703 705265258bb5 - Gucci Cruise 2020
(Photo: Virgil Abloh / Instagram)

La tendenza dei brand negli ultimi anni è stata proprio questa: avvicinare l’utente finale alle sfilate e far cadere quel velo di esclusività che divideva i “comuni mortali” dallo star system. Non è più necessario aspettare ore fuori dalle sedi delle sfilate per vedere l’outfit del cantante più in voga o della modella da copertina: adesso basta un click.

Complici di questo cambiamento sono i direttori creativi più famosi, come appunto Alessandro Michele (Gucci), Virgil Abloh (Off-White e Vuitton Homme) e Riccardo Tisci (Burberry), che condividono sui social network tutto il processo creativo, composto da moodconcept e palette che portano le collezioni sulle passerelle, ma anche il loro rapporto con influencer, muse e modelle.
Immancabili sui loro profili infatti sono gli scatti con le sorelle Hadid, Kendall Jenner, Irina Shayk, Madonna e Naomi.

Ora più che mai l’acquirente desidera essere immerso in un contesto, piuttosto che semplicemente possedere un oggetto.
Infatti, oltre alle sfilate, anche molti altri eventi legati alle fashion week sono diventati accessibili al grande pubblico, con la possibilità per quest’ultimo di entrare in lista dai propri social.

Così, i nuovi prodotti vengono lanciati direttamente davanti al grande pubblico e il riscontro è immediato.

capitolini1 - Gucci Cruise 2020
(Photo: Gucci)

Se qualcosa finisce nelle “tendenze” di Instagram (oppure nelle pagine, come per esempio nella seguitissima Hypebeast) diventa immediatamente virale. Ed è proprio il mondo virtuale a rappresentare la vera vetrina delle tendenze nel ventunesimo secolo, fra concorsi per vincere sneakers in edizione limitata o borse personalizzate, bisogna sempre rimanere connessi per non rischiare di perdere nessun occasione.

Il successo dello streetwear è stato sicuramente un fattore fondamentale per questa rivoluzione popolare del fashion system, così come anche l’influenza dei generi hip hop e rap, sempre più in ascesa sulla scena mondiale, e la street-art su modello Bansky.

Una cosa è chiara: il trend moderno è decisamente il rendere accessibile a tutti ogni tipo di arte, e quindi, ovviamente, anche la moda.

 

Crea la tua linea di moda!

Siamo la prima trend library tutta italiana che ti offre una panoramica dettagliata delle prossime tendenze fashion.
Iscriviti ora