Menswear highlights P/E 2020

Le sfilate da non perdere nel mese della moda maschile

(Photo: Eddie Lee/Hypebae)

Il mese di giugno, per i professionisti e gli appassionati del mondo fashion, vuol dire solo una cosa: menswear.
È infatti questo il mese della moda uomo, che raggiungerà il suo apice con la Haute Couture (dal 30 giugno al 4 luglio). Ma, nel frattempo, non mancano gli eventi da seguire.

Tutti gli occhi sono puntati sulla data del 21 giugno, giorno in cui avrà luogo l’attesissima sfilata firmata Balmain.
La casa di moda fondata da Pierre Balmain nel 1942 (e ora capitanata dal designer Olivier Rousteing) presenterà la collezione uomo per la primavera 2020 nel contesto della Fête de la Musique, celebrazione annuale parigina che prevede per quest’anno le performance del Dj francese Gesaffelstein e tanti altri artisti selezionati proprio dal direttore creativo Rousteing in persona.

Mike Lévy (vero nome del Dj) non sarà però la prima star della musica a essere vestita da Rousteing: era sempre di quest’ultimo infatti il look sfoggiato da Rihanna, Beyoncé e il consorte Jay Z in occasione del Coachella Festival.

Più che una semplice sfilata, si parla di un vero e proprio show dedicato a tutti.
Un evento pronto a durare tutta la notte, che si svolgerà nella cornice del Jardin des Plantes, un giardino di 384 anni situato sulla rive gauche parigina.

I biglietti? Non più inarrivabili e limitatissimi, ma gratuiti e acquistabili da chiunque a partire dal 7 giugno: a simboleggiare uno slancio dell’alta moda verso il grande pubblico, che smette di essere quello elitario fatto di star e influencers e si apre a una fetta più grande di appassionati e curiosi.

Abbandoniamo Parigi per tornare in patria, dove a Pitti Immagine Uomo (a Firenze dal 11 al 14 giugno) c’è grande attesa per la guest designer di questa edizione: Clare Waight Keller, direttore artistico di Givenchy.

La Keller, in questa occasione, presenterà la sua nuova collezione menswear, portando a Firenze il top dell’eleganza maschile parigina.

(Photo: Getty Images)

Ma la stagione è già entrata nel suo vivo con Alexander Wang, che rende omaggio ai grandi della moda americana con una sfilata nel cuore di New York: il Rockefeller Center.

Qui, sotto la statua dorata di Prometeo, lo stilista trasforma la pista di pattinaggio invernale in una passerella di luci Led che formano la bandiera americana, per dare vita a una sfilata che possa essere il più accessibile e inclusiva possibile.

Donna Karan, Calvin Klein e Ralph Lauren sono le icone della moda a cui Wang dedica la sua collezione, ispirandosi a ciò che i loro brand hanno sempre rappresentato per lui: l’immagine della donna forte e indipendente, che non accetta compromessi e afferma la propria personalità.

L’ultimo inchino alle donne che hanno fatto la storia arriva in conclusione dello show: uno spartito in bianco, colore simbolo delle suffragette che il 4 giugno di 100 anni fa fecero approvare dal Congresso il diritto delle donne al voto.

(Photo: Jeenah Moon)

Se Alexander Wang riconferma le sue capacità e rapisce il grande pubblico con il suo show, a Londra sono pronti a esplodere nuovi talenti della moda.

A presentare le loro collezioni uomo primavera/estate 2020 troveremo, tra gli altri, Priya Ahluwalia, stilista londinese fresca di esordio alla scorsa edizione della London Fashion Week e vincitrice dell’H&M Design Award 2019. La giovane designer, che può vantare, oltre al prestigioso premio, una collaborazione con Adidas Originals, sarà tra le proposte più interessanti di questa edizione.

Occhi ben aperti anche su Stefan Cooke, che porterà sulla passerella temi come il risparmio e soprattutto l’artigianato, un campo che lo stilista promuove sovvertendo e rinnovando le tecniche tradizionali di tessitura.

(Photo: Ashanti Jason)

Ma ad aggiungersi alla sfilata Fashion East, che ha il grande compito di aiutare il lancio dei giovani designer più promettenti, troviamo anche una recente e interessante scoperta.
Si tratta di Soul Nash, ballerino e stilista che si ispira al mondo della danza, e quindi del movimento del corpo, per proporre uno stile che attinge dallo sportswear per esaltare la mascolinità.

L’agenda è piena e il calendario è ricco. E voi, siete pronti?

Vuoi rimanere in contatto con noi?

All'interno troverai video, consigli e tendenze di moda a tua completa disposizione!