Un viaggio nel futuro

Come la tecnologia riscriverà la storia del settore turismo

vr bimbi - Un viaggio nel futuro

La tecnologia fa passi da gigante e tutti i settori, dalla moda ai viaggi, sono pronti a carpire il potenziale delle ultime innovazioni e farle proprie.
Siamo nel pieno di quella che è una vera e propria rivoluzione tecnologica, che infonde le ultime scoperte in materia con le necessità dei vari settori per trovare nuovi modi di vivere e delineare il futuro.

C’è un campo in particolare nel quale le ultime sperimentazioni tecnologiche trovano terreno fertile: i viaggi.

Rispetto a qualche tempo fa, ora è molto più semplice per tutti comprare un biglietto aereo e volare (anche per tratte molto lunghe) diverse volte all’anno. La popolazione è sempre in movimento, orientata a mettere la scoperta di posti nuovi in cima alla lista dei desideri.

Non stupisce dunque che il settore del turismo globale stia vivendo un cambiamento fondamentale che parte dal modo in cui il viaggio viene venduto, fino ad arrivare al modo di fruirlo da parte del viaggiatore.
Viaggiatore appunto, non più semplice turista.
Nasce infatti il desiderio di una tipologia di viaggio diversa: la chiave è la personalizzazione, la costruzione di un itinerario che rispecchi la persona, che si declini in tante piccole avventure e attività che andranno a costellare un’esperienza a 360 gradi.

Il viaggiatore non si limita più a rilassarsi su un lettino o dedicarsi a lunghe letture nelle hall degli hotel: adesso cerca un viaggio immersivo, che racchiuda esperienze capaci di stimolare il contatto con la natura e l’approfondimento degli usi e culture del luogo.

Percorriamo insieme quali sono le ultime novità in fatto di tecnologia e viaggi, i punti nodali che plasmeranno il futuro del nostro modo di viaggiare.


Bleisure

Cos’è il “bleisure”? In parole povere, la nuova tendenza del 2019: la vacanza che integra perfettamente viaggio d’affari e svago.

In pratica, aumentano le aziende che offrono al proprio manager, sempre in viaggio per affari, la possibilità di intervallare i doveri con attività ricreative e rilassanti -che siano esse di tipo culinario, culturale o di semplice svago.

Quello che viene sviluppato con il bleisure è il potenziale motivazionale che questo tipo di viaggio potrebbe sprigionare per il lavoratore in questione, il quale avrebbe la percezione di sentirsi “coccolato” dai suoi datori di lavoro e, potendo intervallare il dovere con il piacere, sarebbe di conseguenza molto più produttivo e fidelizzato nei confronti dell’azienda che rappresenta.

blei - Un viaggio nel futuro


Smart cities

Più che una città digitale, una città intelligente: la Smart City è una metropoli che gestisce in modo innovativo le sue risorse economiche e ambientali, i trasporti, le politiche abitative e l’amministrazione.

Nei prossimi 10 anni questa metamorfosi cittadina farà un’ulteriore passo avanti e si potrà parlare di un concetto ancora più ampio: le “Future Cities”, un termine che sta ad indicare un cambiamento per quanto riguarda soprattutto gli ambiti della mobilità e dell’energia.
Queste nuove città dovranno affrontare l’innegabile gap tra la generazione dei Baby Boomers e quella dei Millenials, confrontandosi per forza di cose con la supremazia numerica di questi ultimi, che, da nativi digitali, filtreranno le loro aspettative tramite un’esperienza online.

Le città dovranno quindi adeguarsi, rispondendo a un nuovo tipo di esigenza e ad un pubblico che fino a qualche anno fa non esisteva.

Muoversi, per esempio, diventerà sempre più un’attività che prescinderà dal possedere un mezzo, in favore di auto a guida autonoma e viaggi “democratici” su veicoli condivisi.

Dal punto di vista ambientale è subito chiaro quale siano i risvolti positivi dell’avere meno mezzi in circolazione sulle nostre strade, ma non è tutto qui.
A Londra, nel centro commerciale Westfield, viene impiegata una tecnologia che trasforma in energia e elettrica i passi dei visitatori sulla pavimentazione, mentre la città di Bogotá sta progettando la creazione di una flotta di taxi elettrici.

car - Un viaggio nel futuro
(Photo: Google self-driving car)


Realtà virtuale e realtà aumentata

Sappiamo davvero qual è la definizione di “realtà aumentata”? Si tratta di una visione della realtà nella quale gli elementi fisici, sovrapposti da quelli digitali, vengono potenziati grazie agli stimoli del computer.
Questi stimoli variano dal suono al video fino alla grafica e sono implementati, ove necessario, dall’uso del GPS che li orienta nello spazio.

La realtà virtuale, affine ma non identica, pone invece l’utente all’interno di un’esperienza ancora più immersiva di quella aumentata. Esso si trova infatti immerso in un  mondo virtuale, con il quale ha la possibilità di interagire in 3D ed essere stimolato in tutti i sensi.

Le applicazioni di questo tipo e la tecnologia 4.0 sono diventate lo strumento preferito di molte aziende del settore turistico, che scoprono così nuovi modi di fare marketing e offrire all’utente un’esperienza unica. 

Quando ci troviamo alle porte di un viaggio, siamo soliti fare una ricerca internet per trovare l’alloggio giusto. A quel punto visioniamo le immagini, scegliamo la struttura che più ci piace ed ecco fatto: abbiamo prenotato.
Da lì però ci assale una domanda: l’hotel che abbiamo scelto sarà davvero così bello come ci sembra dalle fotografie?

Ecco che la tecnologia cambia le cose e ci offre un viaggio prima del viaggio.
Facebook, per esempio, è stata una delle prime piattaforme a dare risposta alla curiosità dei viaggiatori offrendo loro la funzione 360°, con la quale gli albergatori possono offrire tour immersivi negli spazi delle loro strutture.

Ma, una volta visitato da cima a fondo il nostro hotel, siamo finalmente pronti a uscire e scoprire la città.
Come ottimizzare al massimo i pochi giorni di vacanza, vivendo appieno ciò che il luogo ha da offrirci e senza perdere tempo?
Arrivano in nostro soccorso devices e app che integrano realtà aumentata e GPS: basterà inquadrare un luogo d’interesse, un’architettura o un monumento per avere tutte le informazioni approfondite in merito. E gli spostamenti? Facile. Con un tocco del dito avremo a disposizione la mappa della metropolitana e le fermate più vicine a noi.

vienna - Un viaggio nel futuro
(Photo: vars)

Per fare qualche nome delle aziende che hanno deciso di lanciarsi verso questo nuovo trend, citiamo Flixbus. Il servizio di trasporto con bus a basso costo di origine tedesca e lanciato negli stati uniti nel 2018, sta testando un modo innovativo per far viaggiare i propri ospiti a bordo.

I passeggeri delle tratte da e per Los Angeles potranno abbattere la noia delle tante ore sulla strada e usufruire di un’esperienza in realtà virtuale grazie all’utilizzo dei visori VR: avranno a disposizione una libreria di oltre 50 giochi ed esperienze di viaggio da fare in realtà virtuale, dalle imprese sportive, a una nuotata nell’oceano, fino all’esplorazione dell’Artico.


Intelligenza artificiale

Come abbiamo già detto, ad oggi l’esperienza di viaggio non può più fare a meno dell’online: dalle prenotazioni fino alla scelta dei ristoranti, il turista in partenza non può rinunciare ad alcune basilari app da scaricare sullo smartphone.

Questo però significa anche fornire una quantità infinita di informazioni a chi queste piattaforme le gestisce: è qui che entra in gioco l’Intelligenza Artificiale.

È suo il compito di raccogliere i big data sulle nostre abitudini, per renderli utili a chi ci offre un servizio e cambiare così la fisionomia dell’industria del turismo.

turismo app - Un viaggio nel futuro

Booking e Skyscanner, per esempio, si avvalgono di chatbot automatizzati che aiutano gli utenti nella fase di prenotazione suggerendo le mete più affini ai loro gusti, oppure assistenti vocali che seguono passo passo l’utente all’interno della piattaforma.

Anche quando si tratta di mezzi di trasporto le novità sono tante: Trainline offre in UK un servizio che segnala agli utenti le tratte e gli orari in cui sono disponibili più posti a sedere, mentre NextAgent permette di dialogare in video con un assistente virtuale che ci guida nell’acquisto del biglietto e raccoglie le domande più frequenti dei viaggiatori per costruire un database sempre più ricco e utile.

 

 

Crea la tua linea di moda!

Siamo la prima trend library tutta italiana che ti offre una panoramica dettagliata delle prossime tendenze fashion.
Se ti iscrivi subito, potrai usufruire di una prova gratuita di 24 ore.
Inizia la prova gratuita