TikTok: il social del 2019

TikTok apre le porte all’advergame, verso la pubblicità del futuro

Tik tok 1 - TikTok: il social del 2019
Logo dell’applicazione TikTok

TikTok: che cos’è?

Dai ragazzini che doppiano la hit del momento ai video più creativi: su TikTok si può trovare di tutto.

Che cos’è TikTok? Si tratta dell’ultima novità per quanto riguarda il mondo dai social network.

Una piattaforma Made in China che può contare al momento 500 milioni di utenti mensili medi, attiva in decine di Paesi in tutto il mondo.
Una risorsa da non sottovalutare per le aziende, che ne hanno da subito colto la potenzialità sperimentando strategie alternative di advertising sfidando gli stessi utenti (nonché clienti finali) a creare contenuti originali.

TikTok è stata fondata in Cina nel settembre 2016 da ByteDance (già possessore di Musicaly.ly) ed è diventata in breve tempo la piattaforma prescelta dai giovanissimi utenti della Generazione Z.

Se Facebook è ormai storia vecchia e Instagram si dedica attivamente ad un target di Millenials, TikTok si propone come qualcosa di nuovo e diverso, che punta tutto sulla creatività dei suoi utenti. A loro viene infatti data la possibilità di montare video da 15 secondi, combinando sapientemente animazioni e musiche.

Basta poco ed il gioco è fatto. Un tormentone ormai conosciuto da tutti, qualche mossa di danza e il labiale che ripete le strofe: il successo è assicurato.

Ma, in tutto questo, come possono muoversi e aziende in questo micro-cosmo dove a dominare è la Generazione Z?

Tik Tok 2 - TikTok: il social del 2019
Hashtag Challenge spiegata agli utenti da TikTok (Photo: Ad Age)

La pubblicità delle Hashtag Challenge

Le “hashtag challenge” sono state certamente un buon inizio.
Si tratta di sfide lanciate agli iscritti da parte delle aziende, che chiedono direttamente a loro di pubblicizzare prodotti o marchi nel modo più creativo possibile.
Lo scopo? Solo uno: diventare virali.

Un esempio di hashtag challenge di successo è sicuramente quella lanciata da McDonald’s in Malesia.
Qui, la catena ha ispirato la #bigmactiktok, che ha generato un traffico da 11,9 milioni di visualizzazioni grazie alle animazioni e alle grafiche a tema create dagli utenti.

Vincenzo Russo, docente di neuromarketing e psicologia dei consumi all’Università IULM di Milano, ha coniato un nuovo termine per definire questo nuovo modo di fare pubblicità. “Advergame”: una fusione tra “advertising” e “game” che affonda le sue radici nel concetto di sponsorizzare divertendosi.

Un modo di fare advertising sui social che propone qualcosa di alternativo alla ormai sdoganatissima e onnipresente figura dell’influencer, che opera principalmente su Instagram, venendo scelto e pagato direttamente dalle aziende al fine di pubblicizzare i loro prodotti e/o servizi.

E Instagram e TikTok differiscono anche sulla spinosa questione dei likes.

Tik tok 3 - TikTok: il social del 2019
Crescita di TikTok dalla sua nascita

Se Instagram ha infatti da poco nascosto il numero di like che ogni foto riceve, nella speranza di “depressurizzare” l’utente e renderlo meno competitivo e più empatico, TikTok non solo mette ben in vista i like ma evidenzia anche quello complessivo di likes ricevuti dai nostri contenuti.

Questo potrebbe rappresentare un ulteriore incentivo, per influencer come anche per le aziende, ad usare la piattaforma a scopo commerciale in modo sempre più continuativo e attivo.

Le Hashtag Challenge di successo

Se McDonald’s o la catena Chipotle Mexican Grill sono lampanti esempi di marketing di successo su TikTok per quanto riguarda il mondo del food, anche l’universo moda non resta certo fermo a guardare.

Guess, ad esempio, ha lanciato la challenge #inmydenim: 40 milioni di visual con tantissime clip dove i protagonisti compaiono vestiti male per poi sbucare, grazie ad un sapiente montaggio, da un frame all’altro con addosso i jeans di tendenza del marchio.

Anche Calvin Klein ci ha provato la scorsa primavera. E lo ha fatto con la campagna chiamata #MyCalvins; attraverso video esclusivi e sfide legate ad hashtag nativi ha incoraggiato gli utenti a generare contenuti originali.
E ha funzionato: l’iniziativa ha infatti incrementato di ben 10 volte il coinvolgimento ottenuto dalla campagna della primavera di tre anni prima, nonostante un testimonial d’eccezione come la celebrity mondiale Justin Bieber.

Tik tok 4 - TikTok: il social del 2019
Challenge #UTPlayYourWorld su TikTok

Dal mondo dello sportswear, anche Puma approda su TiTok. In India, il brand ha collaborato con la piattaforma per offrire al pubblico più giovane la possibilità di tifare la propria squadra preferita durante la Cricket World Cup. La sfida #SockThem ha permesso agli utenti di creare il proprio video con l’hashtag #SockThem,ballando e cantando l’inno del proprio team per unirsi al movimento.
Il risultato? Ben 10,1 miliardi di visualizzazioni sulla piattaforma.

Per musicisti, artisti, aziende italiane (e le loro agenzie) che intendono rivolgersi alla Generazione Z, la lezione sembra essere chiara.
Con la nascita delle nuove figure di “musers” (questo il nome degli influencers di TikTok) diventa infatti fondamentale iniziare a studiare questo social media per comprendere a fondo usi, costumi e comportamenti del loro ambito pubblico.
Proprio qui, nel loro habitat naturale.

Crea la tua linea di moda!

Siamo la prima trend library tutta italiana che ti offre una panoramica dettagliata delle prossime tendenze fashion.
Se ti iscrivi subito, potrai usufruire di una prova gratuita di 24 ore.
Inizia la prova gratuita